lunedì 8 luglio 2013

Valeria Tardivo: la strega... buona!

Fin da piccola sono sempre stata attratta dalla strega cattiva. Sì, proprio lei, quella che nei film Disney era perfida e malefica e se ne stava tutto il giorno in uno splendido castello a preparare pozioni magiche e tramare contro la bella di turno, il tutto truccata e vestita alla perfezione... Dico sul serio, ho sempre adorato le cattive! Forse è proprio per questo che non riesco a vedere Serena come una cattiva assoluta, e credo che Valeria Tardivo la pensi come me...

Serena, dopo Renato, è uno dei personaggi meno amati della serie. Viene considerata dai più un'arrivista che non ama realmente Tommaso (devo dirtelo, io non la vedo assolutamente così, anzi). Tu che idea ti sei fatta di lei? Chi è Serena per Valeria?
Sì, sono consapevole del fatto che Serena sia davvero poco amata. Posso dire che darle dell'arrivista rende però meno complesso il personaggio, che in realtà racchiude e tiene dentro di una verità scomoda, muovendosi sul filo del rasoio, e mantenendo un equilibrio davvero precario. Il suo non è reale arrivismo. Serena è anche una donna in carriera, molto sicura di sé, dedita al lavoro. Per logica, se fosse solo arrivista, sarebbe stata direttamente con Renato, no? O comunque non l'avrebbe lasciato dopo la brevissima passione. Per contro, lei è innamorata di Tommaso, ma soprattutto innamorata dell'immagine che si è creata di loro due e che ha proiettato nel futuro. Credo sia stata questa idea a farla convivere per tanti anni con un profondo disequilibrio, un disequilibrio che ha cercato di rimuovere progettando un futuro di coppia. No, darle semplicemente dell'arrivista semplifica troppo la sua psicologiaDirei anche che Tommaso l'ha un po' trascinata nel suo "baratro" durato 7 anni, quindi ridistribuirei le responsabilità.

Se dovessi immaginare un background per Serena, quale sarebbe? Che tipo di famiglia credi abbia avuto? 
Serena è così perché questo è il suo carattere, non credo dipenda più di tanto dalla famiglia di provenienza. Sicuramente è affascinata dal potere e dagli uomini potenti, questo potrebbe significare che non ha avuto una figura genitoriale di riferimento troppo presente. Me la immagino come se avesse vissuto sognando di fare l'avvocato sin da bambina, e che i suoi l'abbiano spinta a farlo non tanto con il sostegno morale e con l'affetto, ma fornendole i mezzi, permettendole di frequentare le scuole migliori. Questo l'ha fatta vivere distante dalla famiglia, di cui sente anche la mancanza. Tale situazione la spinge (inconsciamente) a ricreare una stabilità a tutti i costi con Tommaso.

Con quale tra gli altri attori ti sarebbe piaciuto interagire di più? Con quale dei tuoi partner è stato più facile e divertente lavorare? 
Mi sarebbe piaciuto interagire di più con Gianluca (Antony Circiello) e Sara (Angela Miriam Ceppone). Facile lavorare... be', direi Giulio (Francesco D'Alessio)... Lavoriamo insieme da tantissimo tempo. Devo ammettere però che, nonostante io e Tommaso (Matto Rocchi) lavorassimo insieme per la prima volta in assoluto, è venuta a crearsi subito una bella sintonia che ci ha permesso di affrontare scene complesse come le varie litigate.

In realtà chi è Valeria? 
Chi è Valeria? Mi metti in difficoltà... Non so... Non so dare una risposta puntuale. Per ora posso darvi questa immagine: sapete quei bambini che d'estate si mettono a costruire i castelli di sabbia? Ma quelli complessi, non quelli sempliciLe mura di cinta, il fossato, finestre, merli e torri, conchiglie accuratamente scelte per decorarli. E stanno sotto il sole, ore e ore, a costruire castelli neanche dovessero essere le loro reali dimore. Mettono alghe e bandierine sulle mura... costruiscono il paesino all'interno. Poi si levano in piedi soddisfatti con una bella bruciatura sulla schiena, si rendono conto che la marea si è alzata e che sta per mangiarsi il castello e allora buttano di corsa tutto giù prima che arrivi il mare. Però hanno già in testa come faranno il castello l'indomani.

Se i tuoi colleghi in G&T fossero degli animali, quali sarebbero e perchè? 
Mmm... Non lo so, non ci ho mai pensato...

Ci racconteresti qualcosa di buffo - o tragicomico - che è accaduto sul set? 
Eravamo sul cantiere ed era notte fonda... Dovevamo girare la scena di Juls che dorme sul lettino mentre arriva Tommy credo quella... o forse un'altra, forse quella del dialogo tra Juls e Tommy mentre sono uno di spalle all'altro, insomma, eravamo a farci divorare dalle zanzare e a scioglierci sotto i fari e, a un certo punto, è entrato un pipistrello che ha iniziato a volteggiare minaccioso sul set... Ci siamo tutti buttati a terra neanche fosse entrato un missile e abbiamo iniziato a urlare "piano" perché era notte... Poi c'è la storia di 800 e 1000 ma quella è un'altra roba... 


Ed eccone un'altra che fa la misteriosa! Ma ce l'avete con me?! Io sono curiosa di natura! Non potete dirmi una mezza parola! Uffa! Ok, la smetto con i capricci, ma prima o poi scoprirò cosè questa «storia di 800 e 1000». Sei avvisata cara Valeria...

Per quelli che volessero saperne di più anche su Serena, vi consiglio di non perdervi l'articolo della nostra Diamante su G&T Forum!!
 
Buona strada...

-Simo- <3